mercoledì 14 settembre 2011

NON SO PIU' CHE FARE

Quì il blog ti prende la mano.
Uno scrive due robette passatempo e una folla di persone si scatena, la tagliente Joe non perde un colpo tallonata dalla ormai leggendaria Teo che però lascia un seducente bacetto furbetto (così altre imparano!!)
Avrete notato la sottile seduzione che però non si avvicina se non alla distanza di un braccio ??
Emergono richieste di alberi genealogici che solleticano il narcisismo primario.
E ci sarebbero storie da raccontare, storie vere, che si intrecciano con la storia letta sui libri.
Scrivere ? non scrivere ? che vorrà davvero il popolo.
Silvio direbbe....a che percentuale mi da il sondaggio ??
Altri sono tentati di scrivere di sogni, quelli veri fabbricati la notte.
Calma ragazzi, con i sogni notturni mica si scherza, soprattutto loro, mica scherzano !!
Tanta altra brava gente che lascia pacati commenti, stringati a volte ma schietti, una sorta di maggioranza silenziosa.
Semimisteriosi dark vari che solleticano le parti ombra ad emergere.
C'é merce per tutti, da dove comincio ?? E' poi il caso di cominciare ??
E se pubblicassi innocenti foto di qualche bella torre civica così resto bello abbottonato e via ??

Per ora vado in balcone al buio, mi accendo un mezzo toscano, mi godo il fresco e guardo la luna
Ci dormo sopra e vedo cosa dice il sondaggio che si prepara.

14 commenti:

Joe Black ha detto...

Non sai più ke fare? TU? Il Doctor dell'etere?!?!?
Non far nulla, limitati a vivere del bello del blog, rilassati, consiglialo come terapia alternativa ai tuoi pazienti che soffrono di solitudine o d'insonnia o d'incomprensioni o di ki più ne ha più ne metta...........
Il sondaggio? Lascialo al nostro invasato Capo di Governo!
Elisena

Ma cosa vuoi di più dalla vita? Un mezzo toscano...NOOOOOOO, da fuoco ad un Lucano intero e l'amaro passa in fretta :)))))))))

Loredana ha detto...

Capita a molti di aprire un blog pensando a una cosina da nulla e poi, con il tempo, rendersi conto che ci si sta mettendo a nudo...e allora si fa un piccolo passo indietro oppure si continua pensando che , in fondo, a chi vuoi che interessino le elucubrazioni notturne di un fumatore di toscani??
passo di qua, leggo, spesso non commento,sarò mica una voyeur???
ciao loredana

Rita Baccaro ha detto...

Nooooo, il blog è il tuo spazio!!
Non fare ciò che piacerebbe agli altri, ma ciò che esprime te stesso. Anche io ho ogni tanto qualche critica più o meno velata sui miei post, ma chi non ha interesse o non condivide può leggere altrove, il web trabocca di blog.
Lo so che la tua è solo una battuta, doctor,
come quella su Silvio, che un giorno fa una proposta e il giorno dopo la rinnega se nei sondaggi non ha il consenso! Anzi, la tua è una provocazione per far emergere ancora più la personalità e il pensiero dei tuoi followers.
Bella la luna ieri sera, vero???

Carlo ha detto...

Così il popolo diventa proprietario del suo diario e questo lo renderebbe un po' FB (facebook). Allora il mio pensiero è (senza vole dare consigli a nessuno) apra una pagina di discussione su facebook per questa tipologia di argomenti e curi il suo diario lasciando che siano il suo cuore e l'intelletto della sua mente a guidare la nobile mano che ad ogni digit di una lettera della tastiera concretizza vissuto ed emozioni....così come ha sempre fatto.
Saluti

Luigi ha detto...

scrivere, scrivere, scrivere...

Lorenzo ha detto...

Esiste una legge universale: mai bloggare di lavoro o di gente che si conosce per lavoro.

Io aggiungerei il corollario che paradossalmente il blog è un diario ma essendo pubblico meno cose personali ci scrivi, meglio è.

Certo, se partiamo dal presupposto che siamo tutti in po' folli, tutto è possibile.

Sara... ha detto...

Un commento stringatissimo il mio:
Fai quello che ti senti e quando lo senti!
Io faccio così!
:-)

aracne ha detto...

Soffio, un giorno hai lasciato un garbato commento sul mio blog. Da allora ti leggo, non mi sfugge un post. Mi piace il tuo stile ora serio, ora faceto. Mi piace che scrivi di pere, di magliette oppure di sentimenti. 'Quotidiano' mi ha fatto venire le lacrime agli occhi per la tua umanità.
Continua così, sii te stesso, non cambiare.

tiziana ha detto...

Chi meglio di te potrebbe spiegare alcuni fenomeni umanoidi, e tu chiedi a noi? Io ti leggo perché mi trasmetti sicurezza e anche qualche debolezza, ti leggo perché anche se con i tuoi aneddoti, le tue storie, vuoi sembrare leggero, in fondo al viale si vede un'anima dallo spessore autentico, rurale, spontaneo, se cambi non ti leggo più!

chaillrun ha detto...

Piango.. mi son persa i post precedenti :((
Quindi son fuori dalla massa???
Nooo è che son fuori io dallo spazio temporale che il divino (non berluska eh) m'ha concesso.

Buona l'idea della torre civica: certo come no, quasi quasi te la soffio ;)

Sandra M. ha detto...

Non farti tante paranoie.
Scrivi quando vuoi...quel che senti...quel che vuoi...rispondi e commenta dove e chi ti pare.
Mia nonna direbbe "Tòla dòlza".
Oppure, anche...hai voluto la bicicletta.....
:O)

teoderica ha detto...

Soffio Soffio delle mie brame,
fai un po' quello che ti pare,
ma non smettere di bloggare.
Un altro bacio per salutare.

Tereza ha detto...

Scrivere su di un blog significa anche diffondere miscele dagli effetti sconosciuti e, talvolta, produrre anche piccole esplosioni: scrivere su di un blog è un rimestare pubblico, un farsi Girmi o Bimbi che gira a velocità ma senza coperchio, sputando qui e là piccole e insospettate mine vaganti...Eccessivo?

Waterwitch ha detto...

Arrivo tardi per il sondaggio mi sa, c'ho gli arretrati da leggere!