giovedì 18 aprile 2013

CHAGALL a Nizza

 Nizza vale il viaggio se si va a vedere il museo Chagall.
Si trova anche il museo Matisse ma mi é parso minore, quanto poi alla famosa Promenade des Anglais, per quanto bella é roba da turisti, si passeggia al sole perfetto, si devono evitare i ragazzi con lo skate e si guardano palazzoni poco belli, il resto della città é grande, fitta di case, ma....sulla collina, si trova il museo Chagall e quì la meraviglia é assoluta.
Se poi si utilizza la audio guida e si colgono i particolari delle opere, l'anima si ristora.
Mostro le foto fatte da noi,  nulla di artistico, non ne siamo capaci, ma spero rendano l'idea.
Pensate a quadri di circa  6 (sei) metri quadrati circa ognuno che occupano una vasta sala.

Dopo ogni quadro aggiungo qualche particolare che mi ha colpito più di altri, per quanto la scelta sia difficile

La creazione di Adamo portato in braccio dall'angelo mentre il alto a destra il vortice della creazione dell'universo
Il Paradiso terrestre, con Adamo e Eva che si stringono e si incrociano (notare  le sole tre gambe) ed il serpente non subito visibile.
In basso, l'Adamo in giallo con il braccio alzato a testimoniare della costola utilizzata da Dio ed Eva ancora parzialmente coperta dalla nuvola



La cacciata dal Paradiso, con l'angelo che indica la strada ma Adamo ed Eva sono trasportati da un gallo rosso, segno di forza e fertilità

Dio ordina  a Mosé di costruire l'Arca

L'angelo annuncia le promesse della alleanza di Dio con  Noé
Annunciazione ad Abramo e Sara della nascita di un figlio nonostante l'età avanzata.
Gli angeli seduti sulla panca disegnano una croce tra l'orizzontale della panca e il verticale dei tratti rossi
L'oro antico delle icone fa risaltare il bianco delle ali
Il sacrificio di Isacco, l'angelo manifestazione del verbo di Dio é trasparente, mentre la posizione del corpo di Isacco ricorda l'Adamo trasportato dall'angelo del primo quadro
Il sogno di Giacobbe con l'angelo che porta il  menorah, candelabro a sei braccia
La lotta di Giacobbe con l'angelo, che all'alba lo benedice, Giacobbe cade in ginocchio riconoscendo contro chi stava lottando
Mosé e il roveto ardente
La percossione della roccia durante l'esodo
Mosé riceve le tavole della legge



E dopo tanta arte, sbiscioliamo un poco per Nizza a rifocillarci
In fondo anche questa é arte........

Grazie per la vostra pazienza, alla vostra con una bella sbisciolata al bar del mercato
Mentre una moglie più sobria sospira davanti al mare

23 commenti:

Ambra ha detto...

Non si può che sorridere leggendo il tuo finale.
Bellissima e molto ricca la carrellata delle opere di Chagall, però strano, ho visto solo quadri diciamo "religiosi". Ma i dipinti come per esempio Il violinista, I fidanzati della torre eiffel o non so Il Pittore della luna (mi sembra questo il titolo) non c'erano?
E poi il finale godereccio dopo una ubriacatura di bellezza ci voleva proprio.

Il poeta sulle 23 ha detto...

Mister Soffio, in questa giornata in cui tira un’aria politica da tregenda, ho sprimacciato i giornali per cercare notizie riguardanti Lei stesso. Chissà, mi sono detto, se Mister Soffio, con le nozze quasi d’ oro, sarà finito in qualche rotocalco di gossip?
Manco ho terminarlo di pensarlo, che Lei, si è rifatto vivo, sul Suo Blog. Lei, con una certa pruderie, pare voglia sgombrare subito il campo su nostre maliziose fantasticherie, riguardo ai suoi quasi ultimi fuochi, per festeggiare degnamente l’ evento, e ci rifila un post cultural-chic, sul nizzardo museo dedicato a Chagall.
Beh, speriamo ce la racconti giusta Mister Soffio, e non indaghiamo oltre…
Mi permetto di farLe notare, che nei suoi viaggetti, non tralascia mai, i peccati di gola…….e le dolcezze.
La saluto, bongustaio!!!

Renata_ontanoverde ha detto...

Mio caro Soffio,
Comprendo i sospiri di Civetta Canterina davanti al mare: è splendido. Anch'io che sono di una città di mare, sospiro sempre quando lo vedo... è uno spettacolo incredibile!

Ma apprezzo perfettamente una sana, amara, spumeggiante e fresca birra a calmare l'arsura e la fatica...

Ben tornato!

adriana ha detto...

Devo dire che non amo Chagall,avrei gradito di più l'altra arte,ma perchè sono golosa?? Sarà mica ...una psicosi?

teoderica ha detto...

Vi state divertedo un mucchio, già somigliate ai fidanzatini di Chagall...ma come hai fatto a rubare tutte quelle foto, lì si può e noi in Italia nooooooo...che rabbia!
Ciao a tutti e due smack!

Soffio ha detto...

AMBRA s^ sono solo quadri religiosi e alcuni pochi altri più piccoli in altra sala

Soffio ha detto...

CARO POETA, come lei ben sa ciò che piace o é peccato, e io ormai sono quasi borderline, o costa molto, e anche quì devo essere prudente, o fa male, ed é il caso del peccato in oggetto (causa glicemia trigliceridi ed altro)

Cristiana Moro ha detto...

Hai fatto un vero e proprio 'chagallaggio' !
Lieta per voi e ancora auguri.
Cristiana

Loredana ha detto...

Bella gita, caro Soffio e poi Chagall merita sempre, ho avuto il privilegio di poterlo ammirare anni fa, vicino casa, ma sicuramente una gita a Nizza regala qualche emozione in più e certamente piaceri gastronomici diversi!
Buona giornata

Vitamina ha detto...

Grazie per tutto questo meraviglioso Chagall!

nellabrezza ha detto...

la boule di frutta sembra un caravaggio !! ma proprio ieri mi riguardavo chagall su internet, cercavo le foto, per metterli come avatar su facebool...a saperlo che anche tu qui intanto mettevi queste meravigliee!!!

Krilù ha detto...


Sono andata anch'io a Nizza alcuni anni fa con un viaggio organizzato, ma non ho visto né Chagall né Matisse. Intendo i quadri, non i pittori :P
Ma ... siamo poi sicuri che ero a Nizza? Forse la nostra guida (che ci accompagnava dall'Italia) non ci riteneva sufficientemente acculturati per portarci nei musei... o forse non lo era lei, sufficientemente acculturata, tanto che ci ha portato perfino in un centro commerciale! forse aveva una provvigione?

kermitilrospo ha detto...

grazie per aver condiviso con noi questa bella giornata al museo :D

Adriano Maini ha detto...

Wow! Sei passato dalle mie parti? E ne sai più tu di me circa Chagall! :))))

valerio ha detto...

Ho visto una mostra a Pisa nel dicembre 2009 "Chagall e il Mediterraneo" sono rimasto affascinato dalle tantissime opere !!

@enio ha detto...

deve essere stata una bellisssima esperienza la visita al museo e poter apprezzare le opere di Chagall... meravigliose!

Lorenzo ha detto...

messaggi biblici e pubblicitari. quanto ti hanno pagato quelli della birra?

Anonimo ha detto...

...Con la premessa che non colgo la differenza tra un Picasso ed un incidente automobilistico, mi sembra che sia stato un gran bel viaggio di anniversario!
Claudio

Non potevate festeggiare in maniera migliore, auguri!
Monia

Mondod'Arte di S.Pia ha detto...

Buonasera signor Soffio,
non ci conosciamo ma qualche volta leggo i tuoi(spero di poterti dare del tu)post.
Amo l'arte e mi hai attirato molto descrivendo Chagall attraverso le tue foto.
Tutte di stampo religioso ma è per me ovvio, visto che era di origine ebraica, i suoi dipinti, nonostante una vita non sempre facile, sono quasi sempre cariche di positività.
Infatti quando non era sereno lui non dipingeva.
I suoi colori era brillanti e pieni di vita,
Ha dipinto anche delle bellissime vetrate, indice di quanto amasse il colore.
Grazie per questo splendido scorcio d'arte, le foto sono molto belle.

Un saluto

Alessandra ha detto...

Chagall è unico al mondo. E anche voi due non siete da meno :-)

aleph ha detto...


Che coincidenza! Non a caso Chagallè quasi contemporaneo di Freud, Jung e della nascita della psicoanalisi... Non è un caso Dottore.
Anche l'arte abbandona la tecnica (artigianale) del realismo figurato (non uso termini tecnici).
Abbandona la prospettiva e la luce e diventa lo specchio dell'anima e della psiche.
Si parte dall'Impressionismo e poi il Fauve per giungere ai primi del '900 con i 'dissacratori' del
convenzionale come Duchamp.
Con l'inizio dell'astrattismo si abbandona l'esterno e per intraprendere
il viaggio verso l'interno. Chagall è un fauve. Il colore e la spontaneità dominano. Poesia e sogno.
L'interpretazione della creazione non è estetica, ma onirica. Certamente Chagall faceva bei sogni *_-

nonno enio ha detto...

parmiggiano, culatello e Lambrusco, ottimi per cominciare

alessandra ha detto...

Meraviglioso stupendo post!