martedì 12 novembre 2013

IN QUESTO MOMENTO




In questo momento, in questi giorni, non  ho spinta a scrivere nulla,.......passerà

Rubo pensieri


L'anima mi respira
e sono ossigeno non buono
quando rifletto solo paura.

Respirami lentamente
dividimi
differenziami
tieni di me
solo quel poco
quello che serve.



13 commenti:

fracatz ha detto...

bisogna assolutamente tirare avanti, il tempo lavora a nostro favore e ci porterà in cima alla vetta prima o poi

Renata_ontanoverde ha detto...

Ho spesso avuto il blocco, ma poi quando stavo pensando di chiudere l'argomento è arrivato!!
un abbraccio!

Sandra M. ha detto...

Ritorna presto , con una foto sorridente.

Flor ha detto...

Ciao Soffio,
sono molto belli questi versi.
Ci sono periodi alti e bassi, l'importante è che come arrivano se ne vadano.
Un abbraccio :)

viola ha detto...

Ciao Soffio, passerà.
Anch'io sto scrivendo poco in questo periodo. Mi pare di non aver nulla da dire, che tutto sia già stato detto e ridetto.
Passerà.
A volte servono questi stand-by, queste pause...
Non sono vuoti, sono spazi tra un prima e un dopo.
Un abbraccio forte forte.

@enio ha detto...

dai soffio riparti con la scittura...

Il poeta sulle 23 ha detto...

Buon riposo, Mister Soffio!

Maria ha detto...

Cita l'autore, Doc, lo merita. Ogni autore lo merita. Un bacio

http://grigioazzurro.blogspot.it/

Maria ha detto...

Mi permetto di aggiungere una piccola cosa...tu non rubi niente, un'anima sensibile non ruba mai niente e inoltre, come dice Mario/Troisi a Neruda/Noiret:- La poesia non è di chi la scrive, è di chi gli serve... - Un bacio ancora.

Mondod'Arte di S.Pia ha detto...

Buonasera Soffio,
aspetto con ansia il tuo ritorno.
Fai prestoooo!!!!

aleph ha detto...

Sono latitante sul web, perché sto traslocando. Questo post del Dr., coincide con la sistemazione delle mie librerie. E' successo che mi sono commossa nel ritrovare le letture della mia formazione, ma di questo parlerò in un mio post. La sezione poesia della mia libreria, invece, mi ha riportato con nostalgia a ricordi divertenti. Con i miei amici
, tutti affascinati dalle avanguardie epoca anni '70, organizzammo uno spettacolo con poesie di Sanguineti, musiche di Luciano Berio, performances e scenografie nostre. Ci divertimmo un sacco.L'altra sera ascoltando Michele Serra che parlava del suo libro 'Gli Sdraiati' (la generazione sdraiata sul divano), mi sono sentita fortunata. Io appartengo ad una generazione che si divertiva anche con la poesia e non sul divano. Bella poesia Dr. Soffio.

paola tassinari ha detto...

Non ci pensare, un bacetto.

Ale ha detto...

Olga mi ha mandato da te.... Volevo chiudere il blog. Anch'io in questo periodo non so più cosa dire, molte delusioni dal web.
A presto.