venerdì 15 febbraio 2013

BENEDETTO

 Non ci si aspettava nulla del genere....dimissioni, dopo che per secoli pure quel rompiscatole scolastico di Dante scriveva nel canto 3°  "fece per viltade il gran rifiuto" e schiere di prof scandivano queste parole.
Abbiamo visto Giovanni Paolo 2° resistere  sino alla fine.
Benedetto ci ha sorpreso, molto sorpreso.
Scrivere del Papa in un blog mi pare abbastanza inconsueto, i giornali sono pieni di tutto e di più, compreso le inutili disquisizioni sul dopo....sarà solo Cardinale ?? come si vestirà??.

Il commento più onesto  lo ha fatto un giovane prete amico che oggi mi ha detto "ha compiuto un gesto profetico che finalmente secolarizza la Chiesa"

Le motivazioni....abbiamo quelle ufficiali, quelle romanzate, quelle che non sapremo mai, quelle che forse sapranno i figli dei nostri nipoti.

Resta il gesto, importante, forte, umano.
A breve il Conclave e io dicevo al suddetto amico  prete che spero che lo Spirito santo, che come noto ispira i Cardinali, li ispiri a sbagliarsi, che a me pare la cosa più importante.
Quando lo Spirito Santo ha fatto sbagliare i Cardinali hanno eletto Giovanni 23°

A voi le considerazioni

23 commenti:

fata confetto ha detto...

Come sottolineo nel mio post su questo umanissimo evento, Benedetto è stato più amato e capito nell'andarsene che durante il papato.L'uomo comune lo ha sentito più vicino e, passami l'improprietà, più uguale.
Buona notte Mr Soffio
Marilena

Cirano ha detto...

io spero che lo spirito santo si distragga ancora....

ReAnto R ha detto...

... era l'ora ... :) morto , che non è il caso del pastore tedesco, un papa se ne fa un altro ..che poi son tutti uguali
ciao

fracatz ha detto...

non credo sia inconsueto, specialmente da un uomo di fede
Quel che mi ha di molto rattristato è stato assistere alla rincorsa allo stupore di gente da sempre dichiaratasi atea su tutti i vari media, generosamente finanziati dal valoroso bobbolo tajano.
Certo che Io, qualora dovessi rinuciare al mio ruolo di guida qui in convento, mai rinuncerei al mio fulgido e possante nome e credo che anche lui farà lo stesso anche se del fatto poco mi curo

Vitamina ha detto...

Sì sì, sarebbe bellissimo se sbagliasse! Ma chi lo ha detto che ha sbagliato quella volta?

Ambra ha detto...

Mi è insopportabile tutto il chiacchiericcio di tv e stampa intorno a questo evento, banalizzandolo con quelle stupidaggini, appunto, di come si vestirà poi.

Galadriel ha detto...

Ma quale spirito santo!! Non scomodiamo i santi e non nominiano lo spirito invano!! Questa è politica, e in politica, quando non riesci a riprendere in mano il controllo del potere gerarchico, meglio dimettersi ed azzerare i vertici al potere, rimane solo il camerlengo....è l'unico modo per metterli fuori uso...almeno per il momento.....e sia fatta la sua volontà!

kermitilrospo ha detto...

mi potresti spiegare meglio cosa intendeva il tuo amico per "gesto profetico" e "secolarizza" la chiesa ?? per me è linguaggio simil marziano...

teoderica ha detto...

Caro Soffio,
negli anni "70 il Papa non faceva notizia,la Fede dovrebbe essere personale, Cristo non ha mai chiaramente fondato la Chiesa, dire a Pietro tu sarai la mia pietra angolare, non basta.
Le dimissioni del Papa rientrano in un gioco finanziario a livello mondiale.
Che i Papi siano grandi personaggi nulla da dire, ma che oltre al 2000 noi dobbiamo ancora credere ciò che ci dicono mi sembra un po' troppo.
Quello che abbiano combinato con Marcinkus, la banda della Magliana, papa Luciani, lo Ior e l'Opus Dei e la Massoneria è un intrico di enigmi che solo la Chiesa può partorire.
Appassionata di storia mi stupisco sempre di quanto le cose si ripresentino, sempre le stesse seppur diverse.
Quando accadono questi avvenimenti un senso di viva ribellione sorge in me, con quale diritto danno le direttive a noi, forti di un potere dato e creato da uomini e perciò soggetti a fallacia...e poi togliamo al Papa quelle vetuste scarpe rosse simbolo dell' imperatore romano.
Giovanni XXIII pure lui pare fosse massone, come Papa Montini.
Buona domenica Soffio.

Renata_ontanoverde ha detto...

Per me lo SS non si è proprio sbagliato nella seconda metà del '900! Non scarterei nessuno dei papi eletti...per me lo SS funziona ..

blandina ha detto...

Tanto di cappello per chi sa tirarsi indietro ed accetta i propri limiti. E per chi non si crogiola in posizioni di potere.

Il poeta sulle 23 ha detto...

La rinuncia di papa Ratzinger al Ministero Pietrino, la dice lunga sulle ‘sanguinolente’ lotte di potere all’ interno del Vaticano per il controllo della Banca del Vaticano, lo Ior. Alla luce di quanto sta succedendo, dobbiamo rivalutare Martin Lutero.
Certo se lo Spirito Santo, dovesse sbagliarsi di nuovo, alla Curia, forse qualcuno sta già preparando la pozioncina dell’ antidoto…..
Poeta legibus solutus est!


Lorenzo ha detto...

Secolarizzare la chiesa significa farle adottare prassi contemporanee, cioè renderla conforme al resto del mondo.

Il gesto profetico credo significhi che preannuncia eventi futuri o precorre i tempi.

Secondo me una Chiesa "secolarizzata" è del tutto irrilevante, diventa un dopolavoro ferroviario.

Se io fossi un prete l'ultima cosa che vorrei è secolarizzare la Chiesa.

Piuttosto si potrebbero togliere un po' di strati ammuffiti e sovrapposti delle epoche più barocche, tipo Don Abbondio e recupererei magari qualcosa delle epoche arcaiche, tipo le crociate. Ma se la Chiesa punta ad aprire dei circoli ARCI, ci sono già.

Anonimo ha detto...

......le pecorelle non meritano neanche la verità.Il pastore ha la sindrome di pilato

alessandra ha detto...

Ho trovato molto interessante il punto di vista di Vito Mancuso in una trasmissione di Augias.
Mancuso osserva come la figura del Papa quale successore di San Pietro abbai una valenza oltre che spirituale, storica e politica.
Egli è tornato indietro alla storia di Israele , alla posizione della Chiesa fortemente incisiva, come lo è stato nei secoli, nella realtà sociale e politica. In un clima di così forti cambiamenti che vedono la Chiesa perdere di forza e significato, Chiesa e fede, il nostro Papa credo che sia sentito più politico e uomo che immagine dello Spirito Santo.Quindi, nessuno me ne voglia, se dovessi fare una vignetta, lo disegnerei con le mani che tengono alzate la tonaca mentre fugge a gambe levate.

Lorenzo ha detto...

io invece mi domando: perchè l'ha detto in latino a quattro gatti che non capivano il latino, che se non c'era una giornalista presente, non lo sapevamo ancora adesso? Dirlo in italiano dalla finestra di Piazza San Pietro non era più logico?

Adriano Maini ha detto...

Da non credente ce la metto anch'io una firma per uno sbaglio come quello che portò all'elezione di Papa Roncalli!

Sandra M. ha detto...

Allora speriamo davvero che si sbaglino. Quanto a Lui, Benedetto...la prima cosa che ho pensato è stata che tutti hanno diritto al meritato riposo quando si raggiunge una certa età. Oggi non tutti possono , lui sì.Buona pensione.
Macca
P.S.: santa paletta quanti post hai sfornato...adesso recupero e spero che la mia settimana di passione tra punti in faccia e corse varie sia finita.

@enio ha detto...

a parte il fatto che non mi è mai piaciuto sto papa tedesco, all'inizio sembrava di sentir parlare uno delle SS, ma dopo col tempo mi ero quasi abituato; con il suo gesto (il gran rifiuto)mi ha deluso profondamente... è sceso dalla croce e si è messo a passeggiare... troppo facile... dante lo avrebbe cacciato all'inferno, nella sua divina commedia.

Krilù ha detto...

Non mi sento di giudicare il suo "gran rifiuto" ma quando ho sentito l'annuncio delle sue dimissioni (come se fosse un qualsiasi dirigente d'azienda) il mio pensiero è automaticamente corso all'immagine di Papa Woytla e del suo volto sofferente di uomo aggrappato alla croce, fino alla fine.

valerio ha detto...

Sono troppo "piccolo" per commentare , ma posso dire a certi nostri politici di prendere ESEMPIO !!!

giglio ha detto...

Ho già detto che non lo riconosco come capo spirituale quindi che vada o resti..a me personalmente non importa. L'unica cosa che ho pensato è: perchè questo gesto non lo fanno anche a montecitorio?
sai che piacere se ne andassero tutti quanti!

Elio ha detto...

Io trovo che ha fatto molto bene a dimettersi, sia per questioni di salute o per altre che non si conosceranno mai, neanche i nostri pronipoti. Se dovesse tornare un Papa come Giovanni XXIII sarebbe proprio un buona cosa, ma dovrebbe anche essere più a conoscenza dei segreti bancari e circondarsi di gente fidata. Buonanotte.