mercoledì 8 gennaio 2014

ISTAMBUL ultima parte A ZONZO

Tempo libero, a zonzo per la città
Tranquilli, é solo una  targa ricordo, nulla di più di un sogno biecamente maschile

All'interno del Topkapi


Si incontrano donne che ancora preparano cibi  appartenenti alla famiglia delle piadine, crèpes e altre simili


era doveroso acculturarsi, ripiene di formaggio con, a parte, spinaci e yogurt


e nei bazar Lei teme di perdermi

corre alla ricerca di moschee per supplicare il cielo di non restare sola

e doverosamente si copre  i biondi capelli per chiedere la grazia

 Tutto é bene quel che finisce bene,....rientrati

8 commenti:

viola ha detto...

Che bello il tuo diario di viaggio! Sei grande.

aleph ha detto...

Bentornato Dr.Soffio!
Abbiamo viaggioato inaieme a lei nel caleidoscopico coloratissimo oriente, tra bazar, moschee, ceramiche raffinate, ori e montagne inverosimili di spezie e dolci (ma avevano impresso data di scadenza?).
Grazie per il bellissimo viaggio.

fata confetto ha detto...

Ammiro, Mr.Soffio, il tuo zelo nell'acculturarti nelle scienze antropo-golose, un dovere, perbacco!
Lieta per il felice rientro, ti saluto con gli auguri per l'anno nuovo
Marilena

Renata_ontanoverde ha detto...


Ironiche le foto che vi ritraggono in questa parte d'Istanbul, ma l'ultima foto mi ha fatto sospirare tanto è bella!
Buon ritorno!!!

Silver Silvan ha detto...

Io a Istanbul non ci metterei piede manco morta. Tutti quei turchi ... Tutto quel fumo! Io non sopporto l'odore del fumo.

paola tassinari ha detto...

Beh... proprio un bel viaggetto :)

fracatz ha detto...

chissà che brividi brrr...
che adventures vrrrrr....
quante donne fiiiiii....

adriana ha detto...

peccato...il ritorno...per qualche momento ho rifatto il viaggio con te...solo virtualmente, ma lo stesso mi provoca un sentimento di nostalgia.