domenica 3 agosto 2014

FEDIFRAGHI - INSTAGRAM - PUTIN e le LUMACHE

Fedifrago - deriva dal latino Foedus - che rompe i patti.
Pare che tra i coniugati il 55% dei maschi e il 50% delle femmine  ammettano qualche Foedus.
Già quì non si capisce da dove origini quel 5 % di differenza, ovvero  il detto 5 % di maschi con chi Foeduizza?? con signorine di facili costumi ai bordi della via ??  tra loro maschi ??? Vexata quaestio !!.

Oggi l'attenzione é però attirata da un articolo di giornale ove si scrive della smentita che l'ex compagno Putin (amico di silvio) si becca a causa di un suo soldatino che ha postato foto sul famoso Instagram.
L'ex compagno Putin (che gioca con Dudù) ha asserito che truppe  russe NON sono all'interno dell'Ucraina, ma... il soldatino ha postato  foto  in Selfie, e il guaio é che Instagram possiede una Photo Map che rappresenta in automatico la posizione dello scatto.   E il soldatino
con i compagni stava in territorio ucraino così' come il fedifrago e' dove non dovrebbe!!

Che delusione!!! come non pensare al caro Poeta sulle 23.
Poeta, quando c'erano i comunisti e l'Armata Rossa i soldatini andavano in giro con il Parabellum, mica col cellulare....che scadimento !!!

Oggi però é una domenica calma, gente al mare, e ho deciso di fare un giro nella "bassa" verso Ferrara, zona di piatti a base di  lumache.

Dunque....tortellini con ripieno di lumache
Rigorosamente bianco frizzante in accompagno

Torniamo dunque ai fedifraghi.
Che i cellulari e i Foedus annessi forniscano lavoro agli psicologi  quasi quanto le mamme é cosa ormai nota, ma di recente Instagram e whatsapp si danno da fare.
Gli ossessivi guardano costantemente whatsapp per vedere se l'altro é collegato e gli sprovveduti si pubblicano su Instagram in modo che  l'innocente li becca.

Dopo i tortellini e una verdura leggera, un rientro lento per le morbide e agostane strade della "bassa", con ancora  pioppi come si usava un tempo, e in effetti il tempo si é un pò fermato.




A lato tanto verde, e il sorgo...spero sappiate cos'é il sorgo e a cosa serve, gli uccellini lo sanno benissimo.

In tutto questo il/la fedifrago/a é alle prese con l'azione da intraprendere

In fondo nulla di strano, l'importante cari Fedifraghi é avere chiaro cosa fare quando il cellulare, Instagram, la mail che credete segreta, whatsapp ecc ecc porranno sul tavolo il vostro inconscio.
Ma questa é altra storia.

Nelle strade della bassa si può passare da Scortichino. 
 Credo che la maggor parte di voi non abbia nessuna idea di dove sia Scortichino,  ed é normale.
A Scortichino però...c'é ancora la Casa del Popolo con annessa sede PD e negozio alimentari "popolare" e auto d'epoca


Poi c' é anche il  Bar Sport, perché un paesetto senza Bar Sport non é un paesetto


Se poi avete delle storie, e le lumache non fanno per voi potete sempre prendere  maxi tortelloni ripieni ai funghi.

Se invece siete Instagrammati, whatsappati, mailizzati allora segnatevi il cellulare delllo studio, non si sa mai.

Ricordatevi in ogni caso quello che diceva il grande compagno Mao "il guerrigliero deve sbisciolare tra il popolo come un pesce nell'acqua" e sempre occhio alla Faina...... morde

14 commenti:

Coloratissimo ha detto...

Ciao caro amico,io sono un uomo all'antica,deploro l'infedeltà,naturalmente non ho avuto una sola donna,ma rigorosamente una alla volta.
Con le lumache mi hai fatto gola.
Ciao,fulvio

kermitilrospo ha detto...

ma quei ravioli poi li posti su istagram ?? :D

Piesse ha detto...

Il POETA SULLE 23.

Per un soffio, non ci siamo incontrati, Caro Mister Soffio. Anch’io, durante la settimana appena finita, mi ero ripromesso di ritornare a Ferrara, terra di rane e di chiocciole, dopo diversi anni che manco di venire in quelle zone di quei gran signori degli Estensi alla cui corte si snocciolarono le corbellerie ariostesche.
Purtroppo stamattina, il meteo non prometteva bene per quelle zone e ho virato in direzione sud della mia Toscana. Sono andato nella rinascimentale Monte Sansavino in Valdichiana, per poi spostarmi a pranzare nel più aristocratico Castello di Gargonza, come si conviene a noi della stella rossa, tanto per confonderci dentro le fila del nemico…..
Torniamo ora al suo post. Dal suo incipit sui fedifraghi, passa in un batter d’ occhio alle lumache, ad Instragram, a Whatsapp ed altre diavolerie dei cosiddetti social network che distrarrebbero dai sui compiti il buon soldato Ivan, antica e solida colonna dell’ ex nostra e invicibile Armata Rossa, come dovette ammettere anche il grande Winston Churchill.
Qui, però credo che Lei commetta uno svarione inamissabile essendo figlio di un ufficiale del nostro Esercito – se ben ricordo, aver letto in un suo vecchio post -.
Più che della Parabellum, credo che Lei intenda riferirsi all’ intramontabile Kalashnikov, una delle più temibili armi automatiche.
Con la solita benevolenza verso la Signoria Vostra, che da sempre non manchiamo di rispettare, ci piace pensare che l’errore sia dovuto al vinello frizzante che ha accompagnato il buon piatto di tortelloni ai funghi di fronte al quale si è lasciato immortalare con smodata compiacenza, da cui si evince il suo viscerale bisogno dello sbisciolamento, che ognora non manca di esibire e stuzzicare la nostra invidia…
Per chiudere tornando molti passi indietro, tento un nesso sinàptico tra il foedus e le lumache: da noi, qui in Toscana, quando una persona subisce molti tradimenti coniugali, si dice che ha più corna di un corbello di chiocciole. Sarà forse questo il nesso segreto del suo post?
La saluto con un refrain delle mie parti: chiocciola, chiocciola marinella, metti fuori le tue cornella….
Alors.... Monsier, s’il Vous plait… un plateau des escargots bourguignonnes avec un Sauternes Blanc!

Soffio ha detto...

PPSh-41 Caro Poeta vera la sua precisa affermazione.parabellum era di fabbricazione Luger tedesca. Ma...... Parabellum era il termine comune con il quale si identificava il mitra con caricatore rotondo in dotazione ai dannati sovietici, in sigla PPSh-41. Sommessamente faccio notare che nella foto del post, pur essendo in primo piano i tortellini al ripieno di funghi io, nella mia notoria parca tavola, mi sono limitato al piatto di tortellini con ragù' di lumache che vede in secondo piano. Con simpatia la saluto

viola ha detto...

Ah Soffio, che bella domenica hai trascorso.
I tortelloni mi fanno gola assai, ma li vorrei senza sugo di lumache...
Non le ho mai assaggiate e mi danno l'idea che poi mi debbano sbisiolare su e giù tra l'esofago e lo stomaco...
Buona settimana carissimo.

Piesse ha detto...

IL POETA SULLE 23


Ammetto che ho barato, per verificare la Sua conoscenza delle armi. Macchè, macchè, caro Mister Soffio, sono io che ho toppato. Bravo!
Non sarà mica, che Lei è un agente segreto del Mossad, sotto falsa copertura?....
Chiedo venia ancora, Mister Soffio e Le auguro un buon Festina Lente….
Dopo aver mangiato le lumache …..è l’ augurio che ci vuole.

fracatz ha detto...

io non capisco questi grandissimi capoccioni che hanno in testa più corna di un cesto di lumache, come fanno a fidarsi dei loro amanti senza pensare che potrebbero essere stati forniti generosamente dai loro coniugi per poi fotografarli e chiedere il divorzio per colpa.
Cosa che trasforma un sacco di morti di fame in miseri barboni

Renata_ontanoverde ha detto...

bella sbisciolata tra lumachine e fedifraghi... ho sempre pensato che il fedifrago froda se stesso, nell'illusione di farla franca... invece nella vita si paga tutto e con gli interessi...
buona settimana!

Mondod'Arte di S.Pia ha detto...

Grandioso post,
ciao Soffio.
Amo mangiare le lumache, noi le cuciniamo col sughetto...ho l'acquolina in bocca.
Ma non li ho mai gustati con questa preparazione.
Grazie per la culinaria novità.
Abbracci.

paola tassinari ha detto...

Ma tu mangi sempre...anche in epoca di bit e cellulari la regola è affrontare il problema quando si presenta e non prima, inoltre negare sempre e mischiare verità e bugie... in amore ma pure in guerra

Anto ha detto...

Ah soffio! Che sorriso leggerti e che voglia di bassa che mi hai fatto venire... col sorgo ma senza lumache. Le lumache le lascerei sbaVOLARE sulle foglie, è così bello vedere la scia del loro lento andare.
Un saluto un cin cin col bianco...

lucietta1 ha detto...

Un caro saluto!

Cettina G. ha detto...

Caro Soffio (soffiando, soffiando) colpisci sempre nel segno!E già da bravo psicologo!
Simpatico il commento di colui che "ha avuto una donna alla volta"forse oltre la moglie?
Ti auguro un buon ferragosto(tempo permettendo).

silvia de angelis ha detto...

Sempre molto graditi e piacevoli i tuoi post. Buona domenica e un saluto, silvia