sabato 12 maggio 2012

PENSIONATI DI TUTTO IL MONDO UNITEVI !!!!







Uno spettro s'aggira per l'Europa - lo spettro del pensionamento. Tutte le potenze della vecchia Europa si sono alleate in una santa battuta di caccia contro questo spettro: papa e zar, Metternich e Guizot, radicali francesi e poliziotti tedeschi.
Quale partito d'opposizione non è stato tacciato di favorire i pensionati dai suoi avversari di governo; qual partito d'opposizione non ha rilanciato l'infamante accusa di pensioamento tanto sugli uomini più progrediti dell'opposizione stessa, quanto sui propri avversari reazionari?
Da questo fatto scaturiscono due specie di conclusioni.
Il pensionamento è di già riconosciuto come potenza da tutte le potenze europee.
E` ormai tempo che i pensionati espongano apertamente in faccia a tutto il mondo il loro modo di vedere, i loro fini, le loro tendenze, e che contrappongano alla favola dello spettro del pensionamento un manifesto dei pensionati stessi.
A questo scopo si sono riuniti pensionati delle nazionalità più diverse e hanno redatto il seguente manifesto che viene pubblicato in inglese, francese, tedesco, italiano, fiammingo e danese.




Anch’io sono pensionato, o meglio, ricevo un modesto assegno dall’Inps ma tutti i giorni mi alzo comunque alle 6,30 e alle otto sono al lavoro per rientrare verso alle 20.

Però qualche ora spezzata nel corso della giornata mi resta, e allora, specie la mattina con l’aria ormai tiepida e frizzante guardo dalla finestra balcone il popolo dei pensionati di quartiere.

Già….perché l’altra mattina, lunedì, mi sono trovato davanti a un mistero inspiegabile.
Alle 9 ero libero e mi sono recato in una frazione vicino a Modena, pochi chilometri.
Aduna rotonda che porta in città c’era una coda di auto di almeno duecento/trecento metri che arrivavano verso la città da due direzioni e procedevano a passo d’uomo.
La domanda è “che fanno questi nella vita???” operai no, sarebbero già in fabbrica, impiegati no, alle nove devono essere al lavoro da tempo, commercianti?? Ma anche questi alle 9 dovrebbero aprire bottega. Avvocati? Commercialisti?? Speriamo non psicologi…. Mah!!
E allora guardo i pensionati che verso le 10 si muovono, spesso da soli.
Passa quello con il berrettino a visiera, passo uguale, giornale in mano…andrà a casa a leggerlo.
Passa una vecchia signora che si sostiene con il carrellino e si avvia verso la mitica parrucchiera Gisella
Arriva dal fruttivendolo un signore che va via sghembo, compra un cespo di verdura e riparte, credo la sua razione quotidiana
Un tipo che vedo spesso, ancora giovanile, che percorre il quartiere avanti e indietro di buon passo…..ordine del medico?? Colesterolo da smaltire??...ossessività compulsiva??
Poi c’é quello che pulisce con cura i marciapiedi, buon cittadino, certamente utile, attrezzato come si deve, e saluta quelli che passano…ai tempi del PCI si diceva “controllo del territorio”
Quello del PD, ex PDS, ex PCI che attacca l’Unità alla bacheca, fedele alla linea.
Non mancala signora che va a pulire la Chiesa, anche lei fedele alla linea.
C’è il botanico che cura il giardino e conosce le sue rose una per una
Non manca l’ossessivo condominiale che pulisce per l’ennesima volta la porta di ingresso……quasi quasi vado a lasciargli una manata sul vetro , tanto per dargli un po’ di soddisfazione

Infine c’è quello che mi è più simpatico, il….sedentario, che verso le 10 ma mai prima, porta in passeggiata il cane dopo essere stato sul balcone all’ombra a guardare gli altri, non si allontana mai molto, al massimo il giro della casa, e il cane procede al suo stesso passo e, da come tiene il muso basso, anche lui è pensionato.

Magari fra qualche anno chiudo la baracca, vado al canile e prendo un cane, ma già di una certa età

30 commenti:

Ambra ha detto...

Beh essere pensionati è un privilegio, perché è molto probabile che stiano per estinguersi nonostante siano una potenza. Il problema è che non ci sono condizioni favorevoli alla riproduzione.

Lorenzo ha detto...

Non ci sarebbe niente di male ad essere "pensionato" se chi riceve la pensione avesse effettivamente accantonato il denaro necessario durante la sua vita lavorativa.

Purtroppo in Italia cosi non è, come ho scritto nel mio blog, quando si è avviato il corrente sistema negli anni '70 si è deciso di procedere togliendo il binario dietro e mettendolo davanti. Cioè i lavoratori attivi pagano le pensioni con le loro tasse.

Il meccanismo ovviamente si inceppa quando il rapporto tra lavoratori attivi e pensionati diventa sfavorevole o in altre parole quando le tasse non bastano a pagare le spese correnti, di cui la previdenza è una voce tra le più consistenti.

Quindi il pensionato le osserva i piccioni dalla panchina dei giardinetti dovrebbe ogni tanto elevare un pensierino ai poveri cristi che stanno versando i soldi della sua pensione invece della loro.

trillina ha detto...

essere pensionati è un privilegio. Essere pensionati "giovani" e in buona salute lo è ancora di più!

Il poeta sulle 23 ha detto...

Mister Soffio approda ad un tema veramente scottante e socialmente esplosivo. Considerato l' ennesima riforma delle pensioni per mano della ministra Fornero, esecutrice materiale e mandante l' ex presidente della Confinustria Marcegaglia, nel volger di un ventennio o poco più le pensioni non esisteranno più. La riforma Fornero è nata per i pensionandi nati fra gli anni '50 e 60, che dovranno lavorare da un minimo di due ad un massimo di 6-8 anni in più per prendere un assegno di pensione minore di quello che avrebbero presero prima della riforma. Le nuove generazioni, matureranno il diritto alla pensione solo quando saranno con i piedi nella tomba e quei pochi che riusciranno ad arrivarci, ci arriveranno giusto in tempo per accordarsi con le agenzie di pompe funebri per un funerale appena dignitoso.
Un altra diretta conseguenza della riforma sarà la sparizione di una categoria di persone gli “ umarell ", di recente assurto agli onori della cronaca per mano di un blogger bolognese che ha scritto anche un libro sull' argomento. Gli umarell, nel dialetto bolognese indica gli omettini, cioè i pensionati, che passano il tempo osservando con aria interessata o commentano lo svolgersi dei lavori nei cantieri urbani, oppure osservano con curiosità e disapprovazione qualsiasi attività o fenomeno sociale che si svolge nei pubblici spazi, nei centri commerciali o di grande aggregazione, eccetera, eccetera. Beh, anche la categoria degli umarell, sarà presto in estinzione.
Sparirà una grande fetta del volontariato, e anche l' economia familiari subirà grandi contraccolpi, perchè non ci saranno più i giovani nonnini ad accompagnare il pupo all' asilo, a scuola, a danza, in piscina.
Certamente, le finanza pubblica troverà un grande beneficio, a scapito di uno stile o sistema di vita in generale molto peggiore.
Dicono che la vita si è allungata; certamente le statistiche dicono questo, però le statistiche non dicono se a parità di un allungamento della vita anche la qualità della vita dal punto di vista della salute è migliorata. Certo un numero sempre più alto di persone raggiunge un aspettativa di vita piuttosto elevato, però bisognerebbe ci dicessero anche quanti vi arrivano in completa autosufficienza.
Se le persone dovranno lavorare fino a settant' anni, con i ritmi di lavoro odierni, tanto per capirci stile fabbriche Fiat di Marchione, credo che ben pochi avranno il tempo, quando saranno in pensione di godersela.
Rovescerai pertanto il titolo del suo post: Pensionati di tutto il mondo incazzatevi!!!
Mi scuso per l' epiteto poco francese, ma...quando ci vuole, ci vuole, Mister Soffio
Hip, hip, urrah!!! Come aspirante all' Internazionale dei pensionati, mi creda indignato, non con Lei, ma con chi, a tanto devo....

Rita ha detto...

E dire che, quando si è avviato il sistema, non si doveva esser dei geni per capire o immaginare come sarebbe andata a finire...
Chi ci ha raccontato da sempre che era saggio operare con la "diligenza del buon padre di famiglia" è stato il primo a non farne un punto cardine... e purtroppo non solo con le pensioni...
A parte tutto, leggerti è stato come vedere attraverso i tuoi occhi... Ho sorriso quando hai "incrociato" il botanico, l'ossessivo condominiale, il cagnolino pensionato...
:)

il monticiano ha detto...

Pensionati-personaggi come quelli che hai descritto in questo tuo post ne incontro molti anch'io essendo uno di loro e più precisamente quello che percorre le strade vicino casa per ordine del cardiologo. Colesterolo da tenere d'occhio e qualche altro "gioiello".

alessandra ha detto...

Anch'io conosco un "umarell", quando viene ad acquistare il pane nel mio negozio non perde l'occasione di attaccare qualche assessore o architetto presente per criticarlo sull'andamento del Comune o dei lavori pubblici. Mi hanno detto così di mettere un semaforo che diventi rosso nel caso che in panificio ci siano "umarell", così cambiano strada.
Inoltre una mattina o l'altra ne investirò qualcuno, puliscono le strade con tanto di scopa e paletta dai mozziconi, quando è ancora buio, non hanno sonno.
Il problema delle pensioni è molto discordante, a volte sono in confusione.pensionati unitevi, ma abbiate le idee chiare.

Coloratissimo ha detto...

Pensionati e pensionati.
Io sarò percepirò la pensione a settembre,perche i liberi professionisti sono (Per lo stato italiano) tutti notoriamante ricchi e allora l'INPS mi liquiderà la prima mensilità dopo diciotto mesi dal giorno di maturazione,pero mi sento pensionato gia dal 1 marzo 2011,quando per non dare a Berlusconi il 60% dei miei guadagni ha smesso ogni attività lavorativa e da allora sono felicemente nullafacente.
Non esco di casa alle 9 con il cappellino a visiera per comperare il giornale ma alle sette sono già attivo nella corsa mattutina o pronto per la palestra.D'inverno amo sciare,e adesso che il tempo è buono vado al mare per l'abbronzatura,uso come nezzo di trasporto giornaliero una bicicletta,pur abitando a Trieste citta in saliscendi.Dedico qualche ora del pomeriggio al riordino della casa e alla sera cucino con gioia,sono un bravo cuoco.Teatro,musica e letture sono il mio pane serale.
Vivo ogni week and con la mia meravigliosa compagna e allora mi dedico ad altro.
Ciao,felice domenica,fulvio

kermitilrospo ha detto...

io da grande farò il pensionato, ma quando ci arrivo vorrei essere ancora un po' vivo!

Pinuccia ha detto...

Grazie di passare da me,mi fai sempre enormemente piacere.
Posso dire che anch'io sono una pensionata e che la mia pensione me la sono pagata tutta duramente per 37anni di lavoro e sono felicissima di potermela odere facendo finalmente le cose che mi sono sempre piaciute e che per motivi che tu saprai sicuramente ho sempre accantonato.
Un abbraccio fortissimo

Mirta - Luce nel cuore ha detto...

c'è bisogno di tanta solidarità con i pensionati...

Ti auguro di affrontare sfide e vincerle,
di sfidare il dolore e superarlo il prima possibile,
di gioire delle cose belle e farne la tua forza,
ma sopra ogni cosa, ti auguro un amore sincero accanto a te
che sappia comprenderti e guardarti negli occhi con amore
per cio’ che sei.
Stephen Littleword, Aforismi

Lorenzo ha detto...

Abolire la pensione. Se uno è capace di risparmiare, quando è stanco smette e vive di rendita. Se uno butta i soldi, cazzi suoi.
Smettiamola con questa balla di educare le masse. Se le masse sono ignoranti non è colpa di nessuno. Se la massa diventano tutti ingegneri, che viene a sistemarmi il giardino?

Carmine Volpe ha detto...

he he he mi hai fatto molto sorridere, la mia sarà una generazione senza pensione, più che un provilegio godetevela di più

Lorenzo ha detto...

E certo.
Chiedetevi perché il sistema dell'INPS in Italia è obbligatorio.

Ve lo dico io, perché se si potesse chiedere all'INPS di restituire i contributi versati o se si potesse scegliere di versarli ad un altro ente, l'INPS salterebbe per aria e non potrebbe pagare le pensioni correnti.

teoderica ha detto...

...e dai Soffio tu più che un pensionato sembri un adolescente.
Ciao.

Melinda ha detto...

Sei un grande osservatore, lo hai confermato in passato, lo confermi con questo post.
Di solito i cani somigliano ai padroni, quindi giusto che un cane di un pensionato fosse in pensione.
Se prendi un cane, prendilo attento e simpatico come te, mi raccomando :D

Elio ha detto...

Ciao Soffio, scusa se ti chiamo così, ma non vedo nessun altro nome. Trovo il tuo blog veramente interessante (sono andato a leggere un po' di tutto e mi piacerebbe mangiare i Borlenghi nella trattoria che hai decantato). Vedremo, ho dei parenti a Modena e non si sa mai. Sono anch'io un pensionato e considero che dopo 40 anni di lavoro ho pienamente diritto ad esserlo. Sono d'accordo con la disamina di Lorenzo, ma mi chiedo, chi si è mangiato i primi soldi dei lavoratori invece di accantonarli per la loro pensione, che non cade dall'alto secondo il benvolere di qualcuno; ma che è stata accantonata dal lavoratore e dall'impresa dove questi lavorava.
Mi inscrivo tra i tuoi follower e verò il più spesso possibile.

Elio ha detto...

Scusa ritorno, ma questo puoi non pubblicarlo. Ti ho risposto da me, ma preferisco segnalartelo anche qui. Il luogo dove è stato girato "Il grande silenzio 2" è la Grande Chartreuse vicino a Grenoble. A presto.
PS - Complimenti per il blog, molto più impegnato del mio.

chicchina ha detto...

Riesci a trattare problemi seri con tocco lieve ed umanizzante da osservatore attento.Faccio parte di quel gruppo lì,ma di tempo libero non ne ho proprio:per tutta la vita lavorativa ho accantonato progetti e passioni che finalmente adesso posso seguire.E credo neanche tu quando chiuderai bottega,come dici,ti accontenterai della passegiata con cane di età adeguata.
Una serena settimana di sano lavoro,Soffio.

cosimo ha detto...

Il mondo non ha mai assecondato una categoria di persone, men che meno i pensionati, l'ha sempre utilizzata.

Soffio ha detto...

EILA' RAGAZZI....QUI' SI SCOPRE CHE QUESTO E' UN BLOG DA PENSIONATI O QUASI.

roba da ritrovarsi a bere un bicchiere di rosso...bianco per le signore, ma ....per l'amor del cielo non parliamo di prostata !!

Dona Flor ha detto...

Per quando sarà il mio momento, credo che la pensione non esisterà più. Mi dispiace, perchè libera dal lavoro mi darei alla pazza gioia!
Che belle le tue descrizioni!!!
Un caro saluto :)

Krilù ha detto...

Mi è molto piaciuto questo tuo post, che pur col velo dell'ironia tocca un tema piuttosto scottante, a giudicare dall'acceso dibattito che ha suscitato.
Forse siamo tutti molto interessati a questo argomento, in quanto già pensionati o aspiranti pensionati?

Adriano Maini ha detto...

Hai fatto un simpatico quadretto che porta a sorridere sulla vita!

*ELENA* ha detto...

Soffio Ciao!
Grazie per la visita e segni lasciati sul mio blog!
Avere una bellissima settimana piena di gioia!
Vi aspettiamo nel mio paradiso!
ELENA

http://elenax2009.blogspot.com/

Sandra M. ha detto...

Chissà come ci arriveranno i nostri figli e nipoti....siamo forse una razza in via di estinzione.
Sandra
P.S. : ho inviato il riepilogo delle info sull'appuntamento a Santarcangelo all'indirizzo mail di Civetta. Buonissima giornata.

Titti ha detto...

Mi piace tanto questo post, che tira fuori un sorriso di leggerezza.
Per il resto, spero di morire prima di non ricevere alcuna pensione in un paese che probabilmente non sarà ne un posto per giovani ne per vecchi (e già lo è, in realtà)

Titti

http://dellaclasseedialtremusiche.blogspot.it

rossorosso ha detto...

Che dire, scrivi benissimo e a me è venuta una gran voglia di andare in pensione. Ahahahah, non se ne può neppure parlare perchè pare che, dopo aver lavorato e lavorato e lavorato in casa e fuori, pensione sia una parolaccia. Al lavoro fino allo "schiatto" finale!!!! Ciaooo.

nonno enio ha detto...

pensionati di tutto il mondo unitevi e partite... ma non fate sapere dove andate!

zloris ha detto...

....allora io risulto tra i più simpatici......