giovedì 2 giugno 2011

1797 METRI DI TRICOLORE

Oggi 2 giugno 2011 a Modena ero tra i circa 2000 volontari che hanno portato un tricolore di 1797 metri, anno di nascita della bandiera, per le strade della città.
Oltre al guinness dei primati, questa era la cosa meno importante secondo me, interessante é stato vedere la gente.
Ovviamente c'erano un sacco di associazioni nelle divise varie, ma noi single tutti con il cappellino tricolore alla meglio, salutati di quando in quando da chi ci conosceva e guardava il passaggio.
Siepe di persone per le strade, molta allegria, e, cosa che non si coglieva da tempo, la gente cantava spontaneamente l'inno in un clima liberatorio.
Umberto non c'era e non se ne é sentita la mancanza.

8 commenti:

teoderica ha detto...

Tengo a dire che il tricolore è nato a Lugo di Romagna, tanti non lo sanno il tricolore è romagnolo.
In alto i cuori e la bandiera ...olà.

Elettra ha detto...

Buona festa della Repubblica, anche io oggi ho cantato l'inno allo stadio (Reggina-Novara) per festeggiare la nostra giovane Italia, è stato molto emozionante perchè tutti hanno partecipato con cuore!!!!!!!!!!!!

Adriano Maini ha detto...

Credo anch'io che la cosa più importante siano state tutte quelle persone. Complimenti a te, comunque.

Adriana ha detto...

...ma uffinaaa!!! Ieri ero dalle parti di Modena, ma non sapevo che ci fosse questa iniziativa! :-(

Pupottina ha detto...

arrivo con un giorno di ritardo... è bello vedere tante persone riunite per uno stesso motivo

Ale ha detto...

Sono Ale, piacere di conoscerti. Sei passato da me a lasciare un commento. Nella mia vita ho conosciuto psicologi, psichiatri, neurologi, ecc. Non sono pazza, ma soffro da sempre di crisi d'ansia con attaccchi di panico.
Ho visto il tuo curriculum, forse conosci anche chi mi segue, visto che hanno conseguito la specializzazione all'Ist. Riza di Milano.
Tutto questo solo per dirti che a 50 anni è molto difficile cambiare, o forse ho paura di farlo!!! Ti ringrazio per il tuo interessamento e ti auguro una buona serata.
Ale

Sandra M. ha detto...

Ma ... eravamo proprio tutti lì! No non si è sentita la mancanza dell'umberto. In compenso non è mancato "il giovanardi" e anche di lui avremmo fatto volentieri a meno.

rosso vermiglio ha detto...

Umberto ha grossi problemi di identità sdoppiata. Meglio la sua latitanza.
Complimenti a tutti i modenesi per l'iniziativa. Ciao! E grazie per i commenti sulle mie foto