domenica 19 giugno 2011

ROSSA E' LA TENTAZIONE

Oggi doveva essere una domenica piacevole, di riposo, calma, con un invito ad una buona grigliata.
Semplice peccato di gola, invece appena mi sono seduto non ho potuto non vederla, non ho potuto staccare lo sguardo.
Ho sentito subito che la domenica sarebbe andata diversamente, la provocazione non poteva essere ignorata, lei era là, ferma, tranquilla con quella chioma rossa, gli occhi verdi, a pochi passi da me.
Nelle orecchie la voce di mia moglie "non farlo più... lo hai fatto lo scorso anno, questo anno no, ti prego, no"
Mi sono concentrato sulle costine e la salsiccia, ma il suo pensiero, di lei dietro di me pesava come un macigno.
Lei non diceva nulla, sentivo che si muoveva leggermente, quasi un fruscio, ed io fermo, con qualche bicchiere di vino.
Sarà stato il vino, i freni inibitori si sa che si abbassano, ho tentato di resistere con il caffè, ma ormai il mio pensiero era fisso a lei, le chiome rosse, gli occhi verdi.
E poi chi era vicino a me mi sussurra " se non la prendi tu non sarà di nessuno, ormai é matura"
L'ho raggiunta, mi ci sono immerso, ho allungato le mani sin dove ho potuto, non mi sono risparmiato, così come ero, in canotta, un pò sudato, chissenefrega, quando ci vuole ci vuole.
Lei non ha opposto resistenza, sembrava grata di questo mio lavoro, anzi mi avvolgeva, lasciava il suo profumo tra le dita, dita sempre più umide, sempre più con un dolce sapore.
E' durata quasi due ore, senza sosta, con impeto, e alla fine quando mi sono fermato avevo riempito tre cassette di amareme, circa 50 chili, rosse, mature.
Qualcuno ha detto "però..... la pianta ha cambiato colore!! "
Ne ho portato a casa una abbondante cassa, e quì inizia il lavoro duro.
Ogni unione dopo l'impeto iniziale sconta la durezza e la pazienza quotidiana.
Snocciolare una ventina di chili di amarene non é roba semplice, una per una.
Dopo l'eros la routine domestica, inoltre a seguire ci si deve lavorare attorno per tre giorni prima di invasare, però ne vale la pena, il risultato é in genere ottimo.

Talvolta é necessario dare spazio all'eros

16 commenti:

Waterwitch ha detto...

Chissà perchè ma me lo aspettavo fin dall'inizio che fosse cibo di qualche genere. Bbone però!

angeloblu ha detto...

...alle tentazioni è difficile resistere!!!

per ringraziarti delle tue belle parole che mi hai lasciato...

dolce notte...

cristiana2011 ha detto...

Eh voi uomini, avete sempre in mente una cosa sola!
Cristiana

@enio ha detto...

lo sciroppo di amarene fatto sotto il sole del balcone... quanti ricordi da piccolo... quanto ne ho bevuto... alcune volte lo usavo per insaporire la neve e mi facevo il gelato dei poveri...

Adriano Maini ha detto...

Sì, perché di vena creativa ne hai già a iosa!

tiziana ha detto...

...senza contare che una tira l'altra. Caspita ma 50 kg sono tanti! se ne avanzi...

teoderica ha detto...

...le amarene sono le amarene io le rubo quando vado al mare in bici, mi piacciono più delle ciliegie...hanno più sapore.
Ciao Soffio hai fatto proprio bene.

Ambra ha detto...

Ha ragione Adriano! Però ... sei stato un po' affrettato ... quel tuo "ormai è matura" ha fatto presagire qualcosa di diverso da una rossa con gli occhi verdi. Mi sono divertita.

Sara... ha detto...

Sol momento ho pensato ad un anguria.. ma non è un rutto che si muove leggero.. alla fine.. lo sapevo che si trattava di cibo!!
Bella esposizione davvero!!

Marmellata di amarene? Buon lavoro allora!!
:-))

Ninfa ha detto...

Un racconto coinvolgente, mi è piaciuto proprio tanto. Si mantiene fino alla fine sul filo dell'ambiguità, fa credere una cosa per un'altra...c'è suspense, eros, ironia, bravo! Bravo anche a snocciolare i 20 chili della rossa. Ciao.

Gocce D'Aurora ha detto...

Ahahahahah, lì per lì ero convinta che ci fosse la storiaccia... a metà ero convinta si parlasse di carne... ed invece erano cliegie.... bbbboneeeeeeeeeeeeeeeee

rosso vermiglio ha detto...

Non vorrei essere nei passi di chi deve cuocere la confettura... :(
sarà buonissima di sicuro, ma quanto lavoro!

viola ha detto...

Molto bello questo post. E che buone le amarene! Certo che fai quasi concorrenza alla Santa Rosa o alla Zuegg con la tua produzione di barattoli!

Marta ha detto...

resistere alle tentazioni solo per godersi bene l'aver ceduto...
io la penso così...

p.s. non bisogna essere §"artisti" per associarsi o dissociarsi!

Marta ha detto...

Buoneeeee!!!!!!!!
Chissà xchè imnaginavo nn fosse ció che sembrava.....ma complimenti!!!!!!! Descrizione fantastica........sensazioni quasi fisiche del succo che cola lungo le mani.........e il sapore in bocca!!!!!!!!!
Complimenti davvero!!!!!
Marta....
P.S....... dovrei chiederti un favore!!! Mi hai scritto un commento.....ma ci sono dei giorni in cui sono davvero davvero imbranata....e l'ho eliminato...... Lo riscriveresti???
Un abbraccio

Tereza ha detto...

...ma...ma...ma, non si scherza mica con le amarene! hanno davvero un che di erotico profondo, con il loro gusto imperfettamente dolce!
Io le avrei versate in una vasca e ci avrei fatto il bagno!
Amarena mon amour!