martedì 12 luglio 2011

MASOCHISMO

Questo post farà insorgere qualche lettore, peraltro il termine insorgere é ormai ampiamente usato dai giornalisti e quindi se proprio dovete cercatene uno diverso.

DAL MANUALE DIAGNOSTICO DI PSICHIATRIA DSM IV
Gli atti masochistici possono essere ricercati con un partner,includono costrizione fisica, costrizione sensoriale, ..... essere costretti a camminare carponi o sottoporsi a maltrattamenti verbali..... Il soggetto può avere il desiderio di essere trattato come un bambino indifeso.....

Ovvero fine settimana al mare, anzi da sabato a lunedì.
Dovere di marito assolto.
Inizio con ovvie code a Bologna verso la riviera romagnola, cosa nota, quindi strada normale, vecchia e sana Via Emilia con i suoi bravi semafori.
Comunque si va e si guarda con malcelata soddisfazione sadica chi é in coda in autostrada.
Una domanda retorica: perché, anche se arrivi da Milano., quando sei a Bologna non cerchi strade alternative ??.
Uscita a Cesena per Cesenatico, strada stretta, un semaforo terrificante che allinea chilometri di auto, questo non lo eviti.
Si paga il primo pegno.
Arrivo al luogo prescelto "senti che aria diversa" dice lei mentre io inizio a colare sudore.
Pienone ovunque, é domenica ....
Spiaggia affollatissima.
Per chi non lo sapesse la spiaggia é quel luogo caldo, iperaffollato, pieno di ombrtelloni costosi e lettini caldi, ove é diffcile stare all'ombra.
In assenza di Erode i bambini urlano ovunque.
La fauna é circoscritta, poche specie animali e piuttosto banali.
Pochi maschi fisicamente decenti, ancor meno femmine.
Molti animali vecchi sbrindellati, molti altri meno vecchi ma non meno sbrindellati.
NOTA POSITIVA come diceva il filosofo " poco se mi considero, molto se mi confronto"
ovvero la mia pancetta é nella norma, anzi, ci si può sentire anche meno di altri.

"SI E' PERSO UN BAMBINO DI DUE ANNI CON UN COSTUMINO ROSSO - ASPETTA AL BAGNO 101 !!!"
Santa Madonna, che lui si perda non é strano ma che un adulto non guardi un bambino di due anni in un simile carnaio é da criminali !!

Si passa la mattina, e anche il pomeriggio, a girare la sedia in funzione dell'ombra - poca - dell'ombrellone.
NOTA POSITIVA si capisce con certezza il movimento del sole e della terra.

Signore (e anche qualche signore) color terracotta bruciata e restano sdraiate al sole per ore - masochismo assoluto.
Come faranno i loro partner ad avere rapporti sessuali con loro ?? (ammesso che li abbiano) deve essere come passare su un pedonale appena pitturato.

Passa quello del cocco, se hai un bambino lo compri sperando che il cocco trasportato in situazioni igieniche così sicure non procuri problemi intestinali.
La bambina del lettino accanto ne ha mangiato e non é stata bene la notte - tanto per cambiare -

NOTA POSITIVA nei lettini accanto si scatenano, e quindi si possono seguire, discussioni di alto livello "se tu avessi giocato il cinque lui non avrebbe preso la mano e io tenevo il fante !! " (e si incazzano pure)

Mi hanno anche detto che a venti metri circa dall'ombrellone c'era il mare, mi pare di averlo intravisto, ma l'idea di ritrovarsi con tutta la sabbietta tra le dita dei piedi, quella che non va mai via tutta neppure dopo la doccia, e di portarsela anche a letto era troppo.

GIORNALI QUOTIDIANI ne compro tre al giorno, e questa é la cosa migliore.
L'edicolante la mattina vende una quantità esagerata di giornali, ma ha la faccia scocciata. Burdel...se non ora quando !
Il comune non provvede ai bidoni per la raccolta carta, se ne ha messi sono così pochi che non ne vedo, quindi differenziata addio.

Ore 14, silenzio per almeno due ore...bene, anche i maschietti della vicina colonia che fanno un casino infernale devono tacere.... ci si limita a soffrire il caldo, pazienza.
Ore 18,30 si risale dal mare...bene, abbiamo dato.

PER TORNARE AL MANUALE
-costrizione fisica = in spiaggia ci siamo, ok
-costrizione sensoriale = caldo, creme, urla..ci siamo ok
-camminare carponi = quasi, anzi peggio, con la sabbietta che si insinua
-sottoposti a maltrattamenti verbali = basta ascoltare i discorsi attorno
-trattato come un bambino indifesa = certo, magari, almeno puoi urlare

Martedì al lavoro, finalmente ci si rilassa.

7 commenti:

Dona Flor ha detto...

Leggerti è stato uno vero spasso!
Condivido pienamente tutto. Quando mi chiedono se vado al mare, e rispondo proprio come hai scritto tu in questo post, mi guardano come un'aliena!
Buon lavoro... hops... scusa... buon riposo :)

trillina ha detto...

Un racconto fenomenale! Mi pareva di esserci e condivido.

Vitamina ha detto...

Sono perfettamente d'accordo infatti al mare la domenica o il sabato e poi con questo caldo non ci vado . Mio marito sarebbe come tua moglie, in questo caso , ma a me mi fa anche male la macchina, l'ultima volta sono stata male anche il giorno dopo a casa , poi non mi piace il mare brodino di Cesenatico , neanche tanto Viareggio . Faccio a meno, grazie.

teoderica ha detto...

...Soffio mi sembri Peppone, tutto quello che scrivi con molta verve è vero, ma se ti alzavi e ti tuffavi nel mare, facendo una lunga nuotata ti saresti rinfrescato e poi steso al sole, non c'è niente di più bello che farsi asciugare dai suoi raggi, piano piano ti saresti addormentato e al risveglio ti saresti sentito come una rosa in fiore.
Il mare occorre amarlo.

Waterwitch ha detto...

AHAHAH da persona cresciuta su un'isola che stidia biologia marina adoro il mare, ma non quella pozza bassa, calda, torbida e iper affollata che è l'adriatico delle coste italiane (nei balcani è tutta un'altra cosa). Venite a mare qui e poi vediamo che ne pensi!

Adriano Maini ha detto...

Sotto questi aspetti - ma non sono i soli! - un'Italia che non cambia mai!

Rita Baccaro ha detto...

Ciao e grazie per avermi scelto.
Troppo simpatico, realisticamente divertente il racconto della tua giornata al mare pieno di attenzione ai particolari ed alle sensazioni. Coinvolgente.
Hai mai provato ad andare sugli scogli? Eviteresti la confusione, bambini urlanti e vicini d'ombrellone, la sabbietta nei piedi... però..
costrizione fisica: non ti puoi sdraiare
costrizione sensoriale: se non hai le giuste scarpette poveri piedi e il caldo è uguale ma c'è sempre venticello e mai senso di soffocamento
camminare carponi: ci siamo

Io amo il mare. Ora sono alla mia villetta sulla litoranea salentina e ci vado tutti i giorni. Non per campanilismo, ma prova a venire qui da noi se hai qualche giorno in più della domenica, il mare ti attirerà tantissimo e non resterai tutto il tempo sotto l'ombrellone!!

Ho letto i tuoi ultimi post e come hai saputo trarre la personalità dei tuoi amici da un avatar... da ottimo psicologo.
Soprattutto ottimo blog: positivo, accogliente, divertente, autoironico, dialogante, aperto, davvero utile!!!!
ciao