lunedì 4 aprile 2011

SI PARLA DI UOMINI nota dal Giulia 2

Fieramente contestato dal mondo femminile necessitano osservazioni sulla fauna maschile del Giulia.
Orbene.. la fauna maschile, osservata di prima mattina (perché non sembra ma anch'io vado a lavorare)si suddivide in alcuni sottotipi, magari meno appariscenti non presentandosi con tacco 12 o spacchi nelle gonne.
Tipologia 1) intellettuali, politici e affini. nella quale presuntuosamente mi riconosco. Sono quelli che leggono e commentano i quotidiani, con rigorosa esclusione della Gazzetta dello sport
2) sportivi e basta, coloro che leggono solo la Gazzetta dello sport.
3) paesani, poco raffinati politicamente, quelli che leggono solo il giornale locale emagari solo la parte sportiva.
4) depravati, quelli che della parte sportiva leggono le cronache delle squadrette di provincia
5) esibizionisti e narcisisti, quelli che si presentano in tuta da ciclista con ciclo al seguito e mangiano il cornetto con il caschetto in testa
6) uomini di una volta, quelli che hanno la moglie al seguito che ordina per loro e porta la consumazione al tavolo mentre lui legge il giornale (locale o sportivo)
7) anonimi, quelli che bevono un caffé e se ne vanno subito dopo
8) maleducati, quelli che sbriciolano tutto il tavolo e se ne vanno con lo zucchero sulle labbra
9) fedifraghi, quelli (rari) che attendono signorine che difficilmente sono le loro nipoti
10) guduriosi, quelli che prendono gnocco fritto farcito e talvolta più pezzi di gnocco

E per fortuna che non é mai passato Dante Alighieri

9 commenti:

Paolo ha detto...

Ci sono anche gli uomini camaleonte quelli che concordano con le lettere al direttore, facilmente riconoscibili dalla vaghezza del bulbo oculare e dai troppi "si si no ma è così" .
Spero nemmeno il Petrarca.
Ciao
Paolo

Ereticanelcuore ha detto...

Mmmh, ma sei sicuro di non appartenere al gruppo 6?.........o magari al 5, e non lo vuoi ammettere!

Sandra ha detto...

Ma...e "La Luisona" ...c'è, dalla Giulia?

Soffio ha detto...

Ereticanelcuore le devo una risposta = gruppo 6 no!! mia moglie é ancora in pigiama quando vado al Giulia. Gruppo 5 MAI, sono uno degli ormai pochi italiani che non ha mai messo piede in una palestra o in attività sportiva di qualsivoglia natura, a scuola mi facevo pure esonerare in ginnastica.
Sandra = ma chi é la nominata Luisona ??

cristiana2011 ha detto...

Mi sembri un ibrido - in senso buono- fra il N° 1 e il N°7.
Cristiana

Emanuela ha detto...

Che bello sedersi un attimo al bar e osservare le persone che passano di lì, senza giudicare, ma semplicemente osservare, proprio come hai fatto nel post, in fondo in fondo è un po' come guardarsi allo specchio. Questo bar giulia mi incuriosisce sempre di più ...

Sandra ha detto...

Non hai letto "Bar Sport", un ormai vecchio libro di Benni?

Tereza ha detto...

Per me, che ho vissuto un paio d'anni in Emilia e che ogni tanto ci torno, è stato come rivedere un film conosciuto, perché, (hai voglia a dire l'omologazione!), nei bar si concentrano ancora le categorie e le tipologie umane più tipiche, in senso regionale intendo.
Per esempio potrei descriverti i baretti di Roma, quelli a clientela per lo più fissa, dove la mattina presto è tutto uno sfotti-sfotti tra clienti e baristi, un gioco che spesso si spinge fino a quel realismo cinico, tutt'altro che crudele, tipico di questa città.
Ora però mi viene in mente che, prima di metter giù anch'io un post sui bar de Roma, potrei ripescare un vecchissimo post dove racconto un fatto realmente accaduto in un bar che frequentavo anni fa.
Anzi, ne ho pure uno che narra un episodio fortemente connotato sotto il profilo scesciuale: si svolse a Bologna e ne fui spettatrice un po' di anni fa.
p.s.: grazie davvero per avermi segnalato il problema colore sul mio blog, ho modificato l'assetto tinta&controtinta: passa a vedere!

Tereza ha detto...

Ho pubblicato il mio primo post-storie da bar.
Grazie dell'ispirazione.
Il cambio dei colori nel mio blog, da te suggerito, riscuote successo.
Grazie dell'idea.
Insomma, ch'artro tedevodadì?