sabato 2 giugno 2012

E' PUR SEMPRE LA FESTA DELLA REPUBBLICA


12 commenti:

Farfallalegger@ ha detto...

Vero,però...
http://mymoleskyne.wordpress.com/2012/06/01/prima-la-festa-per-il-lutto-ce-tempo/

Joe Black ha detto...

A sì? E di quale? Quella fondata sul lavoro? Quella in cui i cittadini hanno anche dei diritti?
Ma...sai che non me ne sono accorta?

T'abbraccio Doctor.

Lorenzo ha detto...

Si, un po' come festeggiare l'anniversario di un matrimonio che non funziona.

Melinda ha detto...

Una Repubblica un po' disastrata ultimamente :(
Ciao Soffio, buon weekend!

teoderica ha detto...

Certe feste sono come i riti antichi, servono per per darci un appiglio, una sicurezza, un'abitudine alla normalità...ai modenesi, ai terremotati auguro un ritorno alla normalità.
Un abbraccio.

Susanna ha detto...

Repubblica. Una cosa che c'è.
Un po' svuotata, defraudata da quello che dovrebbe essere e significare.
C'è. Può bastare?
Mi piacerebbe tornare ad esserne orgogliosa...

Lorenzo ha detto...

Sarà per quello che a Ragusa organizzano corse di cavalli clandestine?

Dona Flor ha detto...

Concordo con te: "è pur sempre la festa della Repubblica"!
Buon fine settimana!

Titti ha detto...

Al di là che nella mia vita non sono MAI stata nazionalista, ne mai lo sarò.
Al di là che ringrazio la mia famiglia che mi ha buttato presto fuori dal nido per permettermi di viaggiare molto e vederne tante altre, di repubbliche.
Festeggiare quando una parte di noi, e potremmo essere noi stessi in qualsiasi momento, è in ginocchio e in grave difficoltà è fuori luogo e grottesco.
E festeggiare una repubblica composta e nutrita da personaggi impuniti, squallidi, arricchiti senza merito, venduti, corrotti, demenziali e irrappresentativi, beh.
Preferisco festeggiare una borsetta, scusandomi per la sciocca frivolezza.

Titti

Http://dellaclasseedialtremusiche.blogspot.it

Il poeta sulle 23 ha detto...

http://imageshack.us/photo/my-images/33/italiaturrita.png/

Ambra ha detto...

Non hai torto. Ma sarebbe stato meglio dedicare la giornata al silenzio per tutti i guai che hanno colpito questa povera Repubblica.

chicchina ha detto...

Ci hanno consegnato una Repubblica nata dalla Costituzione e dovremmo esserne fieri.Se però questra nostra Repubblica si è svuotata di significato,è acciaccata,malconcia,impoverita,tutto questo non è successo in un giorno e noi non eravamo sudditi ma cittadini,e forse dovremmo fare qualche esame di coscienza,tutti.
Mi space approfittare di questo spazio,in questo momento,e chiedo scusa a Soffio per questo,ma è lA NOSTRA REPUBBLICA,miglioriamola,insieme.