sabato 26 marzo 2011

DAVVERO DEVO CERCARE DI SCRIVERE COSE INTELLIGENTI??

Son quì a leggere i vostri commenti. Persone che non conosco, lontane, al più una piccola foto quando non un simbolo. Vite ignote, sulle quali fantasticare. Come sarete in realtà ?? Così tutti appaiono belle persone, poi....chissà a stare una settimana in ferie assieme ?? Magari dopo ci si odia, oppure no, siamo gente civile, ci si lascia con buone maniere. Forse dovrei cercare di scrivere cose interessanti e intelligenti, il ché presuppone di essere interessante e intelligente. Mah! Forse dovrei scrivere di un caso psicologico, come si fa nei congressi, quando tutto finisce sempre bene. Perché poi nei congressi e nei libri si scrive sempre di casi riusciti ? E quelli non riusciti? Proprio di quelli si dovrebbe parlare ! Non ne ho voglia, ed in ogni caso lo spazio é troppo ristretto per contenere l'ampiezza di una relazione, descrivere cosa provi anche se stai in silenzio a cercare di capire cosa l'altro cerca di dire e magari neppure lui lo sa. E poi dovrei scrivere di quel breve spazio di tempo che intercorre tra quando l'altra persona ha terminato di parlare e si aspetta un mio commento o un mio suggerimento (addirittura) e magari occorre star zitto per farlo andare avanti, e si fa fatica perché vorrei aiutarlo e spingerlo, e dire "ma possibile che non veda!!" ma il solo modo di aiutarlo é appunto quello di tacere. Come sono poco bravo a tacere! Bene stasera sono quì, ad abbaiare alla luna. Tra poco mi corico e domattina vedremo.Gli orologi li ho già messi in ordine con l'ora legale. Già perché la mattina comincia presto. Alle 5 e mezza i camion del pattume svuotano i bidoni e si fanno ben sentire. La gatta comincia quindi a miagolare e a raspare alla porta. I bravi merli che ormai non dormono quasi più vista l'illuminazione della città cantano a squarciagola. A proposito lo sapete che i merli cominciano a farsi sentire appena inizia la primavera e cantano sino al solstizio d'estate, poi quando inizia a declinare la stagione non cantano più?? Io non ci credevo molto, ma da due anni a questa parte ci faccio caso ed é assolutamente vero. Alla faccia di tutte le tecnologie, compresi i tasti che sto pigiando ora.

9 commenti:

cristiana2011 ha detto...

Ahhh sì, le vacanze assieme sono deleterie.
Tempo fa ero su una spiaggia, all'estero e di prima mattina.Mi godevo il momento di quiete quando, poco distante, si 'ombrellarono' due italiani maschio e femmina e, ignorando che fossi del loro stesso idioma, cominciarono a sciorinare tutti i difetti dei loro compagni d'avventura, con una cattiveria inaudita.
Forse sono una psicologa mancata, perchè a me piace gettare l'esca e poi ascoltare i pareri degli altri. Lo faccio con le mie nipoti -11 e 13 anni- a fin di bene, per cogliere l'occasione di parlare con loro di argomenti anche scottanti e cercare di dare loro qualche consiglio, senza che sembri tale.
Sempre molto stuzzicanti i tuoi post.
Cristiana

Lara ha detto...

A inizio luglio infatti finisce l'estate dei merli. Qualcosa o qualcuno segue ancora il ritmo della natura. Tranne l'uomo probabilmente.
Anche se navigare in rete, è una bella invenzione.
A me spesso permette di conoscere nuove realtà, o di ripassare vecchie materie scolastiche, ad esempio, Storia ma da nuove prospettive o angolazioni.
Ciao Soffio, buona giornata!

tiziana ha detto...

Piacere mi chiamo Tiziana. Hai fatto una interessante analisi sull'argomento. Tutti ci poniamo queste domande "chi sono?"
Non tutto quello che si scrive "arriva" a molti.
Penso che le tracce personali, lasciate tra le righe dei nostri racconti, vengano comunque percepiti dai lettori a cui tu ti vuoi rivolgere. E quando il messaggio arriva è molto gratificante, non trovi? Penso che tu scriva molto bene e argomenti ne hai davvero tanti. Fa sempre piacere leggere un pezzo ben costruito.
P.s.
Se vuoi mantenere l'amicizia non andare in vacanza con gli amici più cari.

teoderica ha detto...

...il web è strano, a me piace per scoprire me stessa, attraverso gli altri che sono immaginati dalla mia fervida fantasia, come un sogno, io sono la più gran sognatrice della terra, quindi non mi interessa conoscere gli altri di persona altrimenti il sogno svanisce, con qualcuno però mi affezziono veramente come veri amici, proprio un amico un tesoro... detto questo per sincerità ( almeno nell'irrealtà si può essere liberi di dire quello che si pensa al momento)devo confessare che non mi piacciono gli psicologi, Freud quasi lo odio e tu mi sembri un po' diverso da loro.
Buona domenica.

viola ha detto...

Ciao, non la sapevo questa cosa dei merli, nè ci avevo mai fatto attenzione. Le vacanze con amici blogger sì che sarebbe una sfida: avresti di che studiare ed analizzare. A me fa piacere se qualcuno passa da me e fa un commento, a volte la stessa persona ritorna spesso, e mi pare una sorta di amicizia. Il web è strano, ma come ogni scoperta siamo noi che lo facciamo diventare una cosa buona o deleteria. A me òa psicologia tradizionale non piace molto, ma sono andata per un pò di sedute quando ho avuto dei problemi. Ma attuava una analisi cognitivo-comportamentale e mi è stata molto utile. Era proprio ciò di cui avevo bisogno in quel momento. Ciao!!!

ereticanelcuore ha detto...

Quel che scrivi è perfetto così, quello che vuoi, quando vuoi, come vuoi... è il tuo blog!!!
E poi ad uno che si sveglia alle 5.30 si perdona tutto. Bellissimi i merli, e i cinguettii in generale...quanto alle ferie insieme...basta che non mi rovini il castello di sabbia (anzi, che non ci metta proprio mano...perchè lo faccio tutto io, capito!?!?), che non metta musica a tutto volume (ma neanche basso, please) e che non giochi con le racchette (quanto li odio quelli...) in riva...e si può fare.

Gianni ha detto...

Dietro la storia di ognuno c'è un caso psicologico che merita attenzione.
Io li studio tutti. Alla pari di come studio i gatti.
Passo la vita a studiare gli altri, i loro comportamenti, le loro reazioni, la loro fisiognomica.
Mi piace parlare con la gente e dire quello che sento. Preoccuparsi di essere intelligenti no.
Ad esempio non so se è intelligente comunicare il mio sgomento per questa settimana che sta per iniziare, per questo lunedì che non vorrei mai che venisse.
Ecco vorrei starmene un pò a casa.
In grazia di Dio e senza pensieri. A guardare i merli o le piante o i fiori ed a godermi l'ozio.
Mi consola la dolcezza della sveglia naturale del mio gatto che viene a farmi le fusa in faccia la mattina. Non finirò mai di ringrazialo. E di volerghi bene.

Sara ha detto...

Non è la prima volta che leggo queste perplessità..Anche l'altro giorno un amico si chiedeva se scrivere cose intelligenti o dar retta al momento. Io sono per la seconda opzione, perché se dovessi mettermi a chiedermi se sia un post intelligente, non scriverei più!
Ho scritto post di un idiozia pazzesca, ma se in quel momento mi vien da scrivere sciocchezze, lo faccio! (basta vedere il post che ho messo oggi per rendersi conto!)

Io amo la psicologia, hai avuto una grande psicologa anni fa che mi ha salvato da un'auto distruzione, le sarò eternamente grata! Il mio cammino è iniziato dal quel lontano giorno...

Perciò, tornando a noi, ognuno dovrebbe scrivere quello che sente, solo così si da l'idea di come siamo veramente, no?

Le vacanze con gli amici? No grazie!
Ma non per tutti è così, i miei sono appena tornati da una vacanza lunga 3 mesi con un'altra coppia , tutti nello stesso appartamento... si son prenotati per il prossimo anno!

Cinzia ha detto...

Anch'io vorrei essere come i merli... nel senso di continuare a funzionare sencondo natura... almeno in parte, riuscire ad uscire da questo vortice tecnologico, frenetico, stressante, schiacciante e opprimente...

Lo so che poi in certe circostanze sono ben contenta che esista il progresso, la tecnologia, la ricerca, ecc. ecc. Ma a volte è lo stesso troppo!

Ciao
Cinzia